Forex online – I migliori Broker nel confronto

Se siete andati in vacanza all’estero almeno una volta e avete avuto bisogno di una valuta differente da quella in vostro possesso, avete già commerciato con le valute monetarie. L’abbreviazione Forex significa Foreign Exchange, in italiano “commercio valutario”.

Che Broker è giusto per me?

Broker
ValutazioneDeposito
Info
etoro logo9.9/10200€
Apri un conto  
Recensione completa
BDSwiss Logo9.8/100€
Apri un conto  
Recensione completa
plus500 logo9.7/10100€
Apri un conto  
Recensione completa
iforex logo9.6/10100€
Apri un conto  
Recensione completa

Tuttavia il Forex prende dimensioni ben più grosse del semplice scambio di qualche centinaio di euro durante le vacanze. Per tutta la giornata e senza interruzioni, non soltanto i privati ma anche aziende comprano valute straniere. Ne hanno bisogno, proprio come i vacanzieri, per comprare prodotti o servizi in altri paesi. Le cifre maneggiate dalle aziende si distinguono enormemente da quelle dei privati e questo continuo scambio di valute produce anche dei cambiamenti nel valore della valuta stessa.

In questo ambito sono valide le stesse dinamiche economiche di altri settori finanziari. Se in un dato momento e per una certa valuta la domanda sale, allora cresce anche il valore di quella valuta. Se invece non c’è molta richiesta di una certa valuta, allora il suo valore calerà, cioè allo stesso prezzo in euro è possibile acquistare un quantitativo maggiore di quella valuta.

Guadagnare con lo scambio di valute

forex trading onlineAmmettiamo che in un dato momento il cambio di 1 euro sia 1,4 dollari. Se dopo lo scambio la richiesta di dollari si innalza, allora il suo valore andrà aumentando, ad esempio su 1,3 dollari per ogni euro speso. Poiché il dollaro vale meno in questo momento rispetto all’istante in cui è avvenuto lo scambio precedente, allora è possibile generare un guadagno di 10 centesimi perché per ogni euro occorrerà versare solo 1,3 dollari.

Con questo semplice esempio abbiamo illustrato il principio basilare del commercio di valute. Si investe del denaro in una certa valuta sperando di realizzare un profitto nel momento in cui si procede allo scambio inverso grazie alla continua evoluzione del valore delle valute.

Commerciare le valute con facilità

Si pone dunque la questione di come agire concretamente nel caso in cui si voglia prendere parte al commercio valutario. Non è certo necessario recarsi in un ufficio di cambio con un rotolo di banconote, oggi il tutto si svolte online tramite i cosiddetti Forex Broker. Grazie a questi operatori è possibile operare in qualunque momento del giorno e della notte, in tutto il mondo e con una vasta scelta di coppie valutarie, speculando sugli andamenti di un certo arco di tempo.

In linea di principio non serve altro che un computer e una connessione internet, o addirittura uno smartphone o un altro dispositivo portatile, e si può cominciare a commerciare con le valute. Il mercato valutario è in continuo movimento e non passa un momento senza che le fluttuazioni offrano qualche possibilità di investimento. In rete sono disponibili dei conti per il trading presso i broker Forex che richiedono solo un deposito minimo per cominciare.

Al contrario del commercio di azioni, tali broker non richiedono investimenti elevati per cominciare, né la registrazione di account particolari. Anche i versamenti su tali conti si svolgono tramite servizi di e-wallet con bonifici bancari o carte di credito. La presenza di numerosi broker rende il panorama molto vario e vasto, ma ci sono determinate caratteristiche che distinguono gli operatori più affidabili dagli altri. Uno standard preciso, legato all’acquisizione di certificazioni ufficiali rilasciate dagli organismi di controllo e al pacchetto complessivo in offerta – possibilità di guadagno, modalità di trading, condizioni di gestione del conto – si è imposto sul settore e stabilisce gli obiettivi minimi per i broker leader del mercato.

Come scegliere il broker

Per prima cosa controllate da quanto tempo il broker è già in attività sul mercato Forex e se è regolamentato dalle autorità finanziarie del paese in cui ha sede (in questo caso avrà una licenza ufficiale per commerciare con nel Forex). Possibilmente scegliete un broker che abbia sede nell’Unione Europea, in modo da essere sicuri che la licenza sia stata conferita solo a seguito di adesione a criteri molto severi.

Inoltre in questo modo il broker non potrà fare a meno di rispettare le stringenti linee guida dell’Unione in materia di Forex, un fattore molto importante quando si tratta di riporre la propria fiducia in un operatore che maneggerà il proprio denaro. Badate inoltre se il broker offre la possibilità di aprire un conto dimostrativo prima di mettere in gioco realmente il vostro capitale, in modo da poter familiarizzare con la piattaforma e con le dinamiche di mercato utilizzando valuta virtuale. Di certo un punto di grande interesse soprattutto per i trader alle prime armi.

Vai a eToro.com: Il vincitore del Forex test 

La piattaforma dovrebbe essere intuitiva e di facile navigazione, in modo che individuare le funzioni richieste sia semplice e veloce. A tale riguardo si possono trovare numerose recensioni sui broker in attività e sull’efficacia della loro piattaforma. Scegliete un broker che disponga di un servizio di assistenza nella vostra lingua madre: in questo modo qualunque domanda o perplessità doveste avere sul funzionamento delle operazioni o riguardo alle vostre esigenze particolari troverete sempre risposte chiare ed esaurienti. In fin dei conti si tratta dei vostri soldi ed è bene chiarire sempre qualunque dubbio.

E proprio per proteggere i vostri soldi è bene assicurarsi che il trasferimento di dati avvenga tramite codifiche sicure come SSL. È bene anche sapere se è prevista un’assicurazione sulle perdite e se la varietà e il numero di prodotti (valute in questo caso) è sufficiente a soddisfare le vostre aspettative. La maggior parte dei broker non trattano solamente coppie valutarie Forex, ma anche beni finanziari come azioni, indici e materie prime.